La Ugly Animal Preservation Society  ha avviato una campagna  per sostenere alcune specie a rischio di estinzione. Purtroppo a differenza di Panda o simili, queste specie hanno anche la sventura di non avere un aspetto gradevole.

Nella competizione erano presenti anche la scimmia con il naso a proboscide, il pappagallo neozelandese kakapo che non ha ali abbastanza grandi per poter volare e la cosiddetta “rana scroto”.

Al termine della campagna è stata stilata una classifica dei 10 animali più brutti del mondo… La riportiamo qui di seguito…

divisore

10-anguilla10) Le anguille presentano un corpo subcilindrico, serpentiforme. La testa è allungata e depressa, la mandibola è prominente.

Le pinne dorsale, anale e caudale sono unite in un’unica struttura composta da almeno 500 raggi; le pinne pettorali hanno 14-18 raggi, le pinne ventrali sono assenti. Il corpo dell’adulto è rivestito di scaglie cicloidi molto piccole, di forma ellittica, disposte in gruppi irregolari sul corpo, sulla testa e alla base delle pinne; in genere queste scaglie sono poco evidenti perché nascoste da uno spesso strato di muco.
La livrea è grigio-bruna o verdastra, in età adulta. I piccoli sono in genere trasparenti.

La particolarità che rende interessante questo genere anche ai meno esperti è il suo ciclo vitale catadromo: nonostante siano ancora numerosi gli aspetti sconosciuti, appare confermato che le anguille adulte migrino dai corsi d’acqua continentali verso il mar dei Sargassi, dove avviene la riproduzione. Questo avviene sia per l’anguilla europea (A. anguilla) sia per la specie americana (A. rostrata), perciò gli areali di riproduzione vanno parzialmente a sovrapporsi.

divisore

Keeled  jumping slug; Washington9) Hemphillia dromedaries, nome comune Jumping-slug, è una specie di lumache terrestri (respirano aria). E’ una lumaca in grado di saltare arrotolando il proprio corpo e rilasciandolo come una molla.

 

 

divisore

8-Rana del Titicaca8) Rana gigante del Titicaca (telmatobius culeus) è un anfibio gigante della famiglia famiglia Hylidae. Questa rana ha un grande corpo e la testa arrotondata frontalmente. La sua caratteristica principale è la pelle, che è molto sciolta e morbida come una sacca che pende piena di pieghe. Sul dorso ha delle ghiandole che espellono una secrezione mucosa non irritante ma molto appiccicosa. La colorazione dorsale è variabile nei diversi individui con disegni diversi che variano da macchie o punti bianchi oppure grigi. Il colore ventrale è più leggero e può essere bianco, grigio chiaro oppure in rari casi anche arancione. La lunghezza del corpo può superare i 140 mm, il peso è di circa 150 g.

A causa del basso contenuto di ossigeno del Titicaca, questo anfibio respira principalmente attraverso la propria pelle, le sue numerose pieghe e rughe le permettono appunto di assorbire più ossigeno maggiore.

divisore

7-La Tartaruga dal naso di porcello7) La Tartaruga dal naso di porcello o tartaruga muso di porco o tartaruga muso di porcello (Carettochelys insculpta Ramsay, 1887) è una tartaruga diffusa in Nuova Guinea e Australia. È l’unica specie del genere Carettochelys e della famiglia Carettochelyidae.

Questa insolita tartaruga, lunga da 70 a 75 cm, vive nell’acqua dolce ma condivide numerose caratteristiche con le testuggini marine. I suoi arti sono larghi e pinniformi, con unghie relativamente poco pronunciate, e il suo carapace verde o grigiastro è rivestito di morbida pelle. La superficie della corazza è coperta di fossette o di solchi.

divisore

6-Kakapo6) Il kakapo (Strigops habroptila) è una specie di pappagallo di abitudini notturne originario della Nuova Zelanda; è l’unica specie del genere Strigops Gray, 1845.
Ritenuta in passato estinta in natura, la specie sopravvive attualmente in due isole della regione neozelandese del Fiordland (Codfish Island e Anchor Island), con una popolazione stimata di 126 esemplari (dati del febbraio 2012).

È noto per essere il pappagallo più pesante (raggiunge circa i 7 kg) e l’unico al mondo incapace di volare. Inoltre, è uno degli uccelli più longevi del mondo, potendo superare i 60 anni.

divisore

5) Lo scarabeo Stercorario. L’espressione Scarabeo stercorario si riferisce a diverse specie di scarabei che si nutrono di sterco e che raccolgono il loro nutrimento (per conservarlo o per deporvi le uova) facendone caratteristiche pallottole e facendole rotolare sul suolo. Questo genere di comportamento viene esibito da diverse specie delle famiglie Scarabaeidae e Geotrupidae.

 

divisore

4-Phrynosoma hernandesi4) Phrynosoma hernandesi sembra una normale lucertola. Non si capirebbe il motivo per cui è al quarto posto tra gli animali più brutti del mondo finché non si spiega il suo metodo di caccia. Lei punta le proprie prede e poi le colpisce spruzzando sangue dagli occhi.

 

 

divisore

3-pipistrello3)I chirotteri (Chiroptera Blumenbach, 1779) sono un ordine di mammiferi placentati comunemente noti come pipistrelli. È il secondo gruppo di mammiferi più numeroso dopo i roditori, comprendendo circa il 20% delle specie finora descritte.
All’ordine dei Chirotteri appartengono gli unici mammiferi in grado di volare e compiere manovre complesse in aria. La specie più piccola, il pipistrello calabrone non pesa più di 2 grammi ed è ritenuto, insieme al mustiolo etrusco, il più piccolo mammifero al mondo, mentre le più grandi sono alcune specie del genere Pteropus e Acerodon, che raggiungono un peso di circa 1,6 kg e un’apertura alare fino a 1,8 metri.

divisore

2-Scimmia nasica2) Scimmia Nasica. La nasica (Nasalis larvatus) è un mammifero primate della famiglia dei Cercopithecidae.
È l’unica specie del genere Nasalis.

La caratteristica distintiva della specie è la grande appendice nasale pendula, particolarmente marcata negli individui adulti di sesso maschile nei quali, in età anziana, può raggiungere i diciassette centimetri. La esatta funzione di un naso così grande non è chiara: secondo alcuni funge da richiamo sessuale, per altri è un meccanismo di dispersione del calore.

divisore

1-blobfish1) Blobfish. Il Psychrolutes marcidus, conosciuto comunemente come pesce blob, è un pesce appartenente alla famiglia Psychrolutidae.

Questa specie vive nell’Oceano Pacifico sudoccidentale, nelle acque costiere australiane meridionali, a una profondità compresa tra i 600 e i 1.200 metri. Attualmente è a rischio di estinzione a causa della pesca a strascico sui fondali.

Presenta un corpo flaccido, poco compresso ai fianchi, con testa grossa e occhi grandi. Le pinne sono ampie e arrotondate. La livrea è semplice: tutto il corpo è grigio rosato, chiazzato di bruno. La bocca e le labbra sono bianco-rosate. La carne di questo pesce è costituita per la maggior parte da una massa gelatinosa di densità leggermente inferiore a quella dell’acqua, che gli permette di galleggiare sopra il fondale senza sprecare energie nuotando. A causa dell’inaccessibilità del suo habitat, è stato studiato e fotografato raramente in natura.
Raggiunge una lunghezza massima di 30 cm.

Per il suo aspetto è stato votato come “animale più brutto del mondo”

Commenti:

commenti:

Condividi

Leave a Reply