Proverbi e citazione sulla donna

 

  • Ciò che non può il diavolo, l’ottiene la donna. (Latino)

 

  • La coscienza è il libro maestro della donna, in cui scrive i suoi debiti e i suoi peccati. (Danese)

 

  • La donna è detta creatura debole, ma un suo pelo tira più di una coppia di elefanti. (Indiano)

 

  • La gallina non è un uccello, la donna non è un essere umano. (Russo)

 

  • Tra donne maligne non vi regnò mai pace. (Svedese)

Francesi

  • La donna ride quando può e piange quando vuole.

 

  • Le donne sono fatte di sola lingua, come le volpi sono fatte di sola coda.

 

  • Prendi il primo consiglio di una donna e non il secondo.

 

  • Quello che vogliono le donne, lo vuole Dio.

 

  • Un uomo di paglia è degno di una donna d’oro.

 

Inglesi

  • Il parere di una donna e il vento invernale cambiano spesso.

 

  • La donna geniale non porta lettere di presentazione.

 

  • La donna nasconde quel che non sa.

 

  • La lingua della donna scuote come un racconto di un agnello.

 

Italiani

  • Al buio, le donne sono tutte uguali.

 

  • Amor, dispetto, rabbia e gelosia, sul cuore della donna han signoria.

 

  • Ara nel mare e nella rena semina, chi crede alle parole della femmina.

 

  • Chi di una donna brutta s’innamora, lieto con essa invecchia e l’ama ancora.

 

  • Chi dice donna dice guai, chi dice uomo peggio che mai.

 

  • Con la pietra si prova l’oro, con l’oro la donna e con la donna l’uomo.

 

  • Contro due donne neanche il diavolo può metterci il becco.

 

  • Donna adorna, tardi esce e tardi torna.

 

  • Donna bianca, poco gli manca.

 

  • Donna rossa coscia grossa.

 

  • Donna che canti dolcemente in scena, pei giovani inesperti è una sirena.

 

  • Donna che dona, di rado è buona.

 

  • Donna che piange, ovver che dolce canti, son due diversi, ambo possenti incanti.

 

  • Donna che sa il latino è rara cosa, ma guardati dal prenderla in isposa.

 

  • Donna e fuoco, toccali poco.

 

  • Donna e vino ubriaca il grande e il piccolino.

 

  • Donna giovane e uomo anziano possono riempire la casa di figli.

 

  • Donna io conosco, ch’è una santa a messa e che in casa è un’orribil diavolessa.

 

  • Donna nobil per natura è un tesor che sempre dura.

 

  • Donna pregata nega, trascurata prega.

 

  • Donna prudente, gioia eccellente.

 

  • Donna savia e bella è preziosa anche in gonnella.

 

  • Donna si lagna, donna si duole, donna s’ammala quando lo vuole.

 

  • Donne e sardine, son buone piccoline.

 

  • Donne, danno, fanno gli uomini e li disfanno.

 

  • Due noci in un sacco e due donne in casa fanno un bel fracasso.

 

  • È più facile trovar dolce l’assenzio, che in mezzo a poche donne il silenzio.

 

  • Femmine e galline, se giran troppo si perdono.

 

  • Gru e donne fan volentieri il nido in alto.

 

  • Guardati da tre cose: da cavallo focoso, da uomo infido e da donna svergognata.

 

  • Il vino è forte ma il sonno lo vince, ma più forte d’ogni cosa è la donna.

 

  • La donna a 15 anni scherza, a 20 brilla, a 25 ama, a 30 brama, a 35 sente, a 40 vuole e a 50 paga.

 

  • La donna bisogna praticarla un giorno, un mese e un’estate per sapere che odore sa.

 

  • La donna buona vale una corona.

 

  • La donna deve avere tre m: matrona in strada, modesta in chiesa, massaia in casa.

 

  • La donna e l’orto vogliono un sol padrone.

 

  • La donna ha più capricci che ricci.

 

  • La donna oziosa non può essere virtuosa.

 

  • La donna per piccola che sia, vince il diavolo in furberia.

 

  • La donna più sciocca vale due uomini.

 

  • La donna troppo in vista, è di facile conquista.

 

  • Le donne hanno quattro malattie all’anno, e tre mesi dura ogni malanno.

 

  • Le donne hanno sette anime… e mezza.

 

  • Le ragazze sono d’oro, le sposate d’argento, le vedove di rame e le vecchie di latta.

 

  • Né donna né tela al lume di candela.

 

  • Nel bere e nel camminare si conoscono le donne.

 

  • Non vi è donna senza amore.

 

  • Ogni bella scarpa diventa ciabatta, ogni bella donna diventa nonna.

 

  • Per amore anche una donna onesta, può perdere la testa.

 

  • Per una scopa formano un mercato tre donne e assordan tutto il vicinato.

 

  • Prendi la bruna per amante e la bionda per moglie.

 

  • Quando sono fidanzate hanno sette mani e una lingua, quando sono sposate hanno sette lingue e una mano.

 

  • Son padrone del mondo oggi le donne e cedon toghe e spade a cuffie e gonne.

 

  • Tira più un capello di donna che cento paia di buoi.

 

  • Tutti i peccati mortali sono femmine.

 

  • Una fa, due stentano, ma a tre ci vuol la serva.

 

  • Una Fenice fra le donne è quella, che altra donna confessa essere bella.

Napoletani

  • ‘A fatìca d’a fémmena s’a màgna ‘o ciùccio.

 

  • ‘A femmena bona, si tentata, resta onesta, nun è stata bona tentata.

 

  • ‘A femmena ciarliera è ‘na mala mugliera.

 

  • ‘A femmena comme nasce accussì pasce.

 

  • ‘A femmena è comm’ ‘a campana: si nun ‘a scutuleie nun sona.

 

  • ‘A femmena è comme ‘o tiempo ‘e marzo: mò t’alliscia e mò te lascia.

 

  • ‘A femmena nun se sposa ‘o ciuccio pecché le stracce ‘e lenzòle.

 

  • ‘A femmena senza pietto è ‘nu stipo senza piatte.

 

  • Càrte e ddònne fànno chéllo che vvònno.

 

  • Chella che l’aiza ‘na vota l’aiza sempe.

 

  • Femmena aggraziata vole essere pregata.

 

Toscani

  • Astuzia di donne le vince tutte.

 

  • Bella donna, cattiva testa.

 

  • Chi disse donna, disse danno.

 

  • Chi disse donna, disse guai.

 

  • Chi donne pratica, giudizio perde.

 

  • Chi piglia l’anguilla per la coda e la donna per la parola, può dire di non tener nulla.

 

  • Dal mare sale, e dalla donna male.

 

  • Di buone armi è armato, chi da buona donna è amato.

 

  • Donna barbuta, co’ sassi la saluta.

 

  • Donna che ha molti amici, ha molte lingue mordaci.

 

  • Donna che regge all’oro, val più d’un gran tesoro.

 

  • Donna danno, sposa speso, moglie meglio.

 

  • Donna di monte, cavalier di corte.

 

  • Donna e luna, oggi serena, domani bruna.

 

  • Donna e popone, beato chi se n’appone.

 

  • Donna iraconda, mare senza sponda.

 

  • Donna oziosa, non può essere viziosa.

 

  • Donna si lagna, donna si duole, donna s’ammala, quando la vuole.

 

  • Donna specchiante, poco filante.

 

  • Donne, asini e noci, voglion le mani atroci.

 

  • Donne e buoi, de’ paesi tuoi.

 

  • Donne e oche, tienne poche.

 

  • Dove donna domina, tutto si contamina.

 

  • Dove son femmine e oche, non vi son parole poche.

 

  • Il cuor delle donne è fatto a spicchi come il popone.

 

  • La bella donna è un bel cipresso.

 

  • La donna è come la castagna; bella di fuori, e dentro è la magagna.

 

  • La donna è come l’appetito, va contentata a tempo.

 

  • La donna e l’uovo vuole un sol padrone.

 

  • La donna guarda più sott’occhio che non fa l’uomo a diritto filo.

 

  • La donna ne sa un punto più del diavolo.

 

  • Lagrime di donne, fontana di malizia.

 

  • Le buone donne non hanno né occhi né orecchi.

 

  • Le donne arrivano i pazzi e i savi.

 

  • Le donne dicono sempre il vero; ma non lo dicono tutto intero.

 

  • Le donne hanno l’anima attaccata al corpo con la colla cerviona.

 

  • Le donne hanno sette spiriti in corpo.

 

  • Le donne per parer belle si fanno brutte.

 

  • Le donne piglian ben le pulci.

 

  • Le donne s’attaccano sempre al peggio.

 

  • Le donne son come i gatti, finché non battono il naso, non muoiono.

 

  • Le donne son figliuole dell’indugio.

 

  • Le donne son sante in chiesa, angele in istrada, diavole in casa, civette alla finestra e gazze alla porta.

 

  • Le donne sono il purgatorio della borsa, il paradiso del corpo, e l’inferno dell’anima.

 

  • Le femmine calano come la cassa de’ mercanti.

 

  • Le ragazze piangono con un occhio, le maritate con due, e le monache con quattro.

 

  • Non bisogna contentar le donne se non del lino.

 

  • Non v’è sabato senza sole, non v’è donna senza amore, né domenica senza sapore.

 

  • Pere e donne senza romori, sono stimate le migliori.

 

  • Più vale una savia donna filando, che cento triste vegliando.

 

  • Quel che alla donna ogni segreto fida, ne vien col tempo a far pubbliche gride.

 

  • Savie all’impensata e matte alla pensata.

 

  • S’è grande è oziosa; s’è piccola è viziosa; s’è bella è vanitosa; s’è brutta è fastidiosa.

 

  • Se la donna vuol, tutto la puol.

 

  • Se le donne fossero d’oro non varrebbero un quattrino.

 

  • Tre donne fanno un mercato e quattro fanno una fiera.

 

Veneti

  • A dona che pianze, caval che sua, e ebreo che zura, no crederghe.

 

  • Da una dona a un molin no gh’è gran diferenza.

 

  • Do done e un’oca fa un marcà.

 

  • Dona, dano, malano tuto el tempo de l’ano.

 

  • Dona e legno fa perdere l’inzegno.

 

  • Dona se lagna, dona se dol, dona se amala, quando la vol.

 

  • El cuor de le done xe fato a melon.

 

  • La dona de bon uso tende alla roca e al fuso.

 

  • La dona deve aver quatro m: matrona in strada, modesta in ciesa, massera in casa, e matrona in leto.

 

  • La dona e la vaca, al pezo le se taca.

 

  • La dona ga più caprici che rici.

 

  • La dona ga più rici che cervelo.

 

  • La dona, per picola che la sia, la vince el diavolo in furbaria.

 

  • La dona savia no ga né occi, né reccie.

 

  • La dona va sogèta a quatro malatie a l’anno, e ognuna dura tre mesi.

 

  • La dona xe come la balanza, che la pende da quela parte che più la riceve.

 

  • La dona xe volubile per natura.

 

  • La lengua de le done la xe come la forbese, o la tagia o la ponze.

 

  • Lagrime di donna, fontana di malizia.

 

  • Le done ghe ne sa una carta più del diavolo.

 

  • Le done, i cani e ‘l bacalà, perché i se boni i ghe vol ben pestà.

 

  • Le done no le ga altra arma che la lengua.

 

  • Le done se odia tra de ele.

 

  • Le done xe lunatiche.

 

  • Per done, cani e aqua, i omeni se mazza.

 

  • Se la dona la vuol, tuto la puol.

Portoghesi

  • La donna che perdona facilmente è già uno straccio di cucina.

 

  • La donna con due anime te ne regala sempre una.

 

  • La giovane vive di speranze, la vecchia di memorie.

 

Somali

  • L’uomo sarà anche il capo della casa, ma la donna ne è il cuore.

 

  • La bellezza di una donna non è nel suo viso.

 

  • Le donne sono le trappole del diavolo.

 

Spagnoli

  • Alla donna e alla gazza dici ciò che diresti in piazza.

 

  • Guardati dalla donna cattiva e non fidarti di quella buona.

 

  • Il consiglio di una donna non è una gran cosa, ma chi non lo segue è pazzo.

 

  • La donna, il vento, e la fortuna cambiano presto.

 

Tedeschi

  • Ci sono due donne buone nel mondo: una è morta e l’altra non è stata ancora trovata.

 

  • Donna virtuosa, non teme calunnia.

 

  • Le donne sono mutevoli come il tempo in Aprile.

 

  • Ogni donna preferirebbe essere bella piuttosto che buona.

Commenti:

commenti:

Condividi

Leave a Reply