0 In Benessere interiore/ Dimagrire allenando la mente!/ Io posso

Come dimagrire? Vi racconto il mio percorso 👩🏻‍💻

Come dimagrire in gravidanza? Il mio percorso nutrizionale 👩🏻‍💻

Ciao ragazze, ciao ragazzi.

 

 

Come hai fatto?

Questa è la domanda che mi fanno quasi tutti!

Come alcuni di voi sapranno 3 anni fa ho perso la mia bambina Beatrice, dopo un lungo periodo di auto-distruzione e sensi di colpa ho capito che avevo bisogno di aiuto professionale, solo che tutti i medicinali che prendevo mi hanno fatto stare ancora peggio. Le pastiglie erano troppo forti, svenivo in continuazione, non ero capace di prendermi cura dei miei figli, non ero in grado di fare i mestieri di casa, dormivo praticamente tutto il giorno. Alcune persone mi hanno fatto capire che ero inesistente, non riuscivo a parlare, avevo lo sguardo perso e non sentivo proprio niente.

Si, ho smesso di soffrire ma a che prezzo?

I miei figli dovevano assistere a questi episodi ogni giorno, mi stavo perdendo tutto di loro, se continuavo cosi sarei passata dal aver perso mia figlia all’aver perso tutto.

In quel periodo mi è crollato tutto addosso, ho perso il lavoro, ho scoperto che chi diceva di essermi amica/o non lo era, piano piano la gente è sparita, non avendo familiari vicini e mi sentivo terribilmente sola.

Avevo però i miei figli e mio marito, loro erano sempre li, per piangere, per ridere, per rimanere in silenzio, per guardarci negli occhi e piangere di nuovo, ma alla fine c’eravamo l’uno per l’altro e cosi un giorno mi sono detta basta.

Ho deciso di interrompere con i medicinali, ho deciso di reagire, perchè per me sentirsi in colpa, provare rabbia, desiderare la morte, essere a pezzi, in quel momento non era un segno di malattia mentale, di debolezza o un trauma. Per me è un diritto, una conseguenza di ciò che era accaduto, avevo perso mia figlia maledizione, è normale provare tutto questo, avevo solo bisogno di tempo per risanarmi, per ricompormi, per metabolizzare al meglio il tutto, ancora oggi sento lo stesso dolore, ancora oggi mi chiedo il motivo, ancora oggi darei la mia vita in cambio della sua, ancora oggi ci penso e si, fa male. E si, ancora oggi piango senza motivo e a volte fingo un sorriso, a volte fingo che vada tutto bene per chi amo e così senza rendermene conto inizio a sentirmi meglio.

Tutto questo mi ha lasciato delle conseguenze sia fisiche che mentali, ho preso più di 40kg in tutto, sono arrivata a pesare 120kg fra medicinali e cibo preso per affogare quello che provavo, sono arrivata a guardarmi allo specchio e non riconoscermi.

Cosi ho detto basta.

Basta colpe, basta ascoltare gli altri.

Basta pensare a chi mi ha lasciato la mano nel momento in cui ne avevo più bisogno.

Basta con la bulimia, con le dita in gola, con il cibo preso per auto-distruggermi.

Basta rimanere ad aspettare che tutto questo fosse finito, che il dolore passi, che qualcuno venga a salvarmi, basta pensare a quello che non va.

Ho iniziato a vedermi di nuovo, prima di tutto, come essere umano, come persona, come donna. Ho intrapreso un cammino di auto risanamento.

Ho fatto dei corsi di yoga, ho iniziato a meditare, a sentire che cosa mi urlava la mia io interiore, attraverso l’introspezione ho trovato la vera me, e senza giudicarla, l’ho riportata alla luce. Mi sono perdonata e come una vecchia amica sono rimasta in silenzio a sentire ciò che aveva da dirmi.

Posso dire che ho fatto pace con me stessa, mi sono ricordata di tutto quello che avevo affrontato e superato nella vita, e così mi sono unita alla me dimenticata.

Da allora faccio scelte che mi portino soddisfazione, appagamento, benessere, mi piace coccolarmi, mi piace cucinare dei piatti sani, mi piace complimentarmi con me stessa ad ogni piccolo passo in avanti, mi piace creare del tempo di qualità, leggere, scrivere, aiutare chi, come me, ha creduto che ormai il mondo fosse un posto troppo sofferente e crudele, a chi vive con il cuore spezzato, a chi ogni giorno sa che non è facile ma che ci sono sempre dei motivi per essere al meglio.

A chi, la forza, la trova pensando ai propri cari, ai figli, a se.

Dopo la mia Beatrice ho avuto Raffaele, adesso ha quasi 3 anni e fra due mesi, arriva Cristina. Ancora oggi sto facendo del mio meglio per continuare il mio percorso.

Ogni tanto cado, ogni tanto sgarro, ogni tanto piango, però ormai non mi sento in colpa, non mi vado contro, non mi butto a terra.

Ora reagisco, mi asciugo le lacrime e vado avanti con dignità e fierezza, oggi so che cosa ho vissuto, oggi conosco la mia forza e la mia capacita di rialzarmi e ricompormi.

Adesso so che cosa conta davvero.

Oggi sono seguita da una nutrizionista, non mi alleno perchè negli ultimi mesi è davvero tosta, sopratutto con questo caldo, però fin’ora l’alimentazione è stata l’ancora di salvezza. Non ho preso nemmeno un grammo in 7 mesi, all’inizio pesavo 100kg oggi a 32 settimane peso 88kg.

Io non sto focalizzando il messaggio sul peso, non sono così superficiale, quello che voglio trasmetterti è la consapevolezza del tuo potere, tu hai le capacita per cambiare la tua vita, credi in te.

A volte dobbiamo semplicemente ascoltarci e credere in noi, siamo noi l’unica persona che ci può salvare.
Lidilianny

Se l’articolo vi è piaciuto mettete un bel like 👍 e non dimenticate di condividerlo con tutti i vostri amici e le vostre amiche 💕 Un bacione e alla prossima! 😘

Condividi