Come sopravvivere in famiglia

Come sopravvivere in famiglia

Innanzitutto mostra un po’ di comprensione per te stesso. Ricordati che non devi dimostrare “quanto vali” alla tua famiglia. Forse i tuoi non lo sono mai stati, ma impara a essere rispettoso e gentile con te stesso.

Riconosci che non sei in grado di cambiare la tua famiglia di origine ma che puoi cambiare il tuo modo di reagire alle loro provocazioni. Ogni famiglia disfunzionale si regge su dei copioni, copioni che ormai avrai assimilato ma che forse ancora non riconosci. Tali copioni possono comprendere scenate di insoddisfazione di una madre depressa, sfoghi di un padre perennemente frustrato…

Vivi il tuo tempo in famiglia come un “corso di perfezionamento” dove potrai imparare a cogliere quali sono i copioni tipici della tua famiglia. Vivi da buon osservatore: cerca di monitorare i tuoi stadi d’animo e osserva le dinamiche che ti circondano: perché tua madre agisce in un certo modo? Perché tuo fratello ha detto proprio quello? Sono certa che, anche se le tematiche sono diverse, i modelli di base non cambiano! Impara a intercettare e soprattutto evita di alimentare scenari critici.

Concentrati su te stesso. E’ vero, chi ti circonda ha dei bisogni ma è finalmente giunto il momento di guardare e riconoscere quelli che sono i tuoi reali bisogni! Ora che sei adulto puoi abbracciare una filosofia di vita diversa.

Entra in contatto con i tuoi sentimenti,
affronta con te stesso argomenti significativi,
riconosci i tuoi reali bisogni,
ricorda, tu sei importante,
non smettere mai di conoscerti,
valida le tue emozioni.
Dal Web 

Condividi

Related posts