Dopo aver perso mia figlia.

Dopo aver perso mia figlia sono entrata in un vortice devastante, il mio cuore era diventato sterile, il dolore che sentivo era così potente che ho deciso di farla finita.
Ero prigioniera di un malessere così forte che non volevo svegliarmi, non volevo sentire nessuno, vedere nessuno, tutto il mio mondo fu divorato da una voragine. Nonostante quello che provavo, rincuoravo mio marito, sapevo che dietro a quei momenti silenziosi si nascondeva un dolore come il mio.
Piano piano insieme ci siamo presi cura l’una dell’altro.
Abbiamo pianto insieme.
Abbiamo parlato insieme.
Abbiamo sofferto insieme.
Abbiamo asciugato le nostre lacrime.
Abbiamo lottato insieme.
Oggi abbiamo molto dolore nel nostro cuore.
Ci saranno sempre momenti difficili.
Ci saranno ancora crolli, ma basta tendere una mano e subito siamo insieme.
Siamo stati messi alla prova, la vita non è stata gentile con noi. Però noi possiamo confermare che l’amore, quello vero, può tutto.
L’amore risana.
L’amore ti da la forza per lottare.
Credere nell’amore è la mia religione.
Sentirlo dentro al punto di esserne parte è qualcosa di primordiale.
Non importa quanto faccia male, a volte non abbiamo scelta o alternativa, non possiamo fare altro che comprendere che fa parte della nostra vita.
Non si può cambiare il passato né riportare in vita chi non c’è più.
Possiamo però creare legami forti e sinceri.
Possiamo donare e donarci del tempo.
Amare e amarci
Vivere e viverci
Continuare a cercare la felicità e la bellezza della vita.
Possiamo ancora vivere, senza dare per scontato niente.
Condividi

Related posts