Per essere felici, non dobbiamo vivere nel passato o desiderare il futuro

Per essere felici, non dobbiamo vivere nel passato o desiderare il futuro, ma dobbiamo essere grati per ciò che abbiamo nel presente. Ciò può essere difficile in certe circostanze della vita, ma dobbiamo accettare che il passato è andato, che non possiamo vivere nel futuro e che abbiamo solo il presente. Possiamo cominciare con l’essere grati per le piccole cose. Ci sono molte persone al mondo che lottano per sopravvivere, molte di esse senza cibo o acqua potabile che vorrebbero volentieri trovarsi nelle vostre circostanze. Si può cominciare con a gratitudine con un piccolo apprezzamento di ciò che possedete. Questo piccolo apprezzamento farà bene al vostro umore ed alla vostra mentalità, e sarete sempre più felici del presente. “Ogni giorno, al vostro risveglio, pensate:

Oggi sono fortunato per essermi svegliato. Sono vivo. Possiedo una vita preziosa. Non la sprecherò.”
– Il Dalai Lama

Tutti hanno l’opportunità e la capacità di sviluppare la gratitudine, semplicemente concentrandosi su tutte le parti positive della vostra vita e su ciò che già possedete. Un semplice esercizio per iniziare consiste nello scrivere ogni giorno delle cose per cui siete grati. Può trattarsi anche di una sola cosa e non deve necessariamente essere qualcosa di significativo. Potreste essere grati per il fatto di possedere una dimora ed un letto su cui dormire. Il metodo più semplice per aumentare i livelli di soddisfazione nella vostra vita è attraverso la gratitudine.

Potete iniziare ad essere più felici scrivendo una cosa al giorno, sia di mattina che di sera, così da iniziare la giornata in modo positivo o andare a dormire con dei pensieri positivi nella vostra mente. È dimostrato che questa semplice pratica giornaliera permette di raggiungere alti livelli di felicità con un piccolissimo sforzo.

“Rialziamoci e siamo grati, perché anche se non abbiamo imparato molto oggi, almeno abbiamo imparato poco. E se non abbiamo nemmeno imparato poco, almeno non ci siamo ammalati. E se ci siamo ammalati, almeno non siamo morti. Quindi, siamo grati.”
– Monaco Buddista – citazione da parte di Leo Buscaglia

 

Condividi

Related posts