Citazioni sul pettegolezzo.

Presento una selezione di frasi, citazioni e aforismi sul pettegolezzo e il gossip

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Personality and Social Psychology il gossip e il pettegolezzo a piccole dosi possono essere un ottimo strumento anti-stress. Non si tratta però del pettegolezzo “cattivo”, quello che circola per invidia e rischia di far male alla reputazione altrui, bensì del pettegolezzo “altruista”, ben noto agli studiosi dei comportamenti sociali, che etichettando le azioni sbagliate degli altri aiuta a ridurre la tensione sociale e quella nervosa.

PETTEGOLARE IN PSICOLOGIA

Altra regola fondamentale, nel farsi gli affari di persone mai viste né conosciute, è la documentazione delle proprie asserzioni con precisi riferimenti a persone, o ancor meglio a parenti di persone, la cui competenza in materia sia assicurata da qualsivoglia analogia con la persona in questione; ciò conferisce anche al più ardito sproloquio la struttura rassicurante di un sillogismo.
(Marco Malvaldi)

 

 

C’è il pettegolezzo, di cui si dice tanto male; ma che in fondo è la base della carità, dell’interesse per il prossimo.
(Mario Soldati)

 

 

Di gossip non si parla, il gossip si fa.
(Virginia Raffaele)

 

 

I pettegolezzi durano soltanto qualche giorno, si spengono molto presto e la verità ha di nuovo il sopravvento.
(Gina Lollobrigida)

 

 

I pettegolezzi, quando invecchiano, diventano miti.
(Stanisław Jerzy Lec)

 

 

Il pettegolezzo diverte solo noi giornalisti: ce la cantiamo e ce la suoniamo.
(Maurizio Costanzo)

 

 

Il pettegolezzo non ha mai niente di positivo. Da quello “giornalistico” a quello praticato nei “salotti”, da quello serpeggiante per via orale a quello fatto di ammiccamenti allusivi. È una distorsione del racconto di uomini e fatti, è la trasformazione della verità ad uso della pruderie e della morbosità di una società in cui farsi i cazzi propri non è più un valore. L'”uomo pubblico” ha molto da mettere in mostra, quasi come un dovere assunto, e non è sconveniente che si pratichi una registrazione fedele della cronaca che lo riguarda. Non è questo il punto. Il problema nasce dall’insinuazione a tutti i costi. Il gossip non si accontenta mai di essere rosa, giallo o nero. Pretende ascolto, indica giudizi, invoca pudori e non vuole rimanere un gioco allegro. Per questo è obbligato a sconfinare nella rossiniana “calunnia” che da “venticello” si trasforma in un “colpo di cannone”.
(Mina)

 

 

La vertà è bella, ma un pettegolezzo non ha prezzo!
(Mortdecai)

 

 

L’importante, quando si spettegola, è mantenere l’impianto formale. Il divulgatore deve richiedere la massima segretezza, e gli astanti accordargliela; dopo, è chiaro che faranno galoppare la notizia ovunque ci riescano. È solo questione di tempo. Se uno dice «tenetela per voi il più possibile» non intende «ditela a meno persone possibile» ma «resistete un minimo di tempo prima di esplodere, così le tracce che portano a me saranno più difficili da seguire».
(Marco Malvaldi)

 

 

L’uomo, da scimmia qual è, è un animale sociale e considera il clientelismo, il nepotismo, gli intrallazzi e il pettegolezzo, modelli intrinseci di comportamento etico.
(Carlos Ruiz Zafón)

 

 

Si dice che i pettegolezzi durino da Natale a Santo Stefano… ma anche un giorno è troppo!
(Video Girl Len)

 

 

Sono solo pettegolezzi. Il pettegolezzo è la nuova pornografia, ne sono pieni i giornali.
(Manhattan)

 

 

Più sono vuote le teste, più sono lunghe le lingue.
(Bruce Lee)

 

 

La gente mette il becco dappertutto. L’uomo non discende dalla scimmia bensì dalla gallina.
(Carlos Ruiz Zafón)

 

 

I fatti miei mi annoiano sempre a morte; preferisco quelli degli altri.
(Oscar Wilde)

 

 

C’è solo una cosa peggiore dell’essere vittima di pettegolezzi. Ed è non essere vittima di pettegolezzi.
(Oscar Wilde)

 

 

Non è quello che dicono su di te, è quello che sussurrano.
(Errol Flynn)

 

 

A che scopo viviamo, se non per essere presi in giro dal nostro prossimo, e divertirci a nostra volta alle sue spalle?
(Jane Austen)

 

 

Hai mai notato che quando qualcuno dice che gli dispiace dire qualcosa, in realtà non vede l’ora di dirla?
(Alice Munro)

 

 

I pettegolezzi, per quanto sporchi siano, passano di bocca in bocca.
(Turhan Rasiev)

 

 

Se tutti gli uomini sapessero cosa gli altri dicono di loro, non ci sarebbero quattro amici al mondo.
(Blaise Pascal)

 

 

Il pettegolezzo è come fumare sigarette: piacevole, ma poco sano.
(Woody Allen)

 

 

Mostrami qualcuno che non spettegola mai, e io ti mostrerò qualcuno che non è interessato alle persone.
(Barbara Walters)

 

 

Ogni uomo è circondato da un esercito di spie volontarie.
(Jane Austen)

 

 

A volte penso che l’animale umano non abbia davvero bisogno di cibo o acqua per sopravvivere, ma solo di pettegolezzi.
(Steve Toltz)

 

 

Alcuni dicono che il nostro passatempo nazionale è il baseball. No. E’ il gossip.
(Erma Bombeck)

 

 

Tre persone possono mantenere un segreto, se due di loro sono morte.
(Benjamin Franklin)

 

 

Se io taccio il mio segreto, esso è mio prigioniero; se me lo lascio sfuggire, io sono suo prigioniero
(Arthur Schopenhauer)

 

 

Quando Gesù resuscitò si fece vedere prima dalle donne perché la notizia si spargesse più presto.
(Jean Charles)

 

 

Il pettegolezzo è l’arte del non dir nulla in un modo che non si lasci praticamente nulla non detto.
(Walter Winchell)

 

 

Ciò che viene detto nell’orecchio di un uomo è spesso sentito a 100 miglia di distanza.
(Proverbio cinese)

 

 

È molto più facile credere alle cattiverie, ci hai mai fatto caso?
(dal film Pretty Woman)

 

 

Sparlare degli altri piace così tanto alle persone, che è molto difficile trattenersi dal condannare un uomo per fare piacere ai nostri interlocutori.
(Lev Tolstoj)

 

 

il pettegolezzo è come una puntura di una vespa, fa male ma dura poco.
(Matilde Serao)

 

 

Nessuno spettegola sulle virtù segrete degli altri.
(Bertrand Russell)

 

 

Non abbiamo il tempo di osservare o ascoltare gli altri; c’è appena il tempo di dirne male.
(Henry Becque)

 

 

È che senza pettegolezzo la gente non vive. Hanno ragione gli americani: il gossip è un rito collettivo, è un fenomeno antropologico.
(Roberto D’Agostino)

 

 

Il pettegolezzo soddisfa il voyeurismo latente in ciascuno di noi per cui, sia pure per interposta maldicenza, cerchiamo di spiare quello che accade in camera da letto del macellaio o nella cucina dove costui litiga con la moglie. Le comunità di una volta vivevano sul sussurro quotidiano circa le marachelle o le disgrazie altrui, e di bocca in bocca le comari si passavano la notizia che il farmacista era cornuto, che la figlia del droghiere non era sparita in campagna per curare la zia malata bensì per celare il fatto che era gravida del figlio della colpa o che il sindaco non lo diceva ma aveva un brutto male. Talora queste mormorazioni potevano rovinare la vita di una persona (si pensi a “La patente” di Pirandello) ma in genere rispondevano anche a un interesse quasi benevolo per la vita del nostro prossimo e in definitiva costituivano una forma di cemento sociale – anche quando il pettegolezzo da partecipazione dolente si trasformava in pubblica sanzione
(Umberto Eco)

 

 

Credo che i romanzi siano una forma elevata di pettegolezzo.
(Ian McEwan)

 

 

Uno scrittore è come un grande pettegolo che rivela i segreti in modo professionale.
(Janice Valencia Capulso)

 

 

Nutro la massima considerazione per il gossip o, se si preferisce, per il pettegolezzo, per la semplice ragione che, se si vuole andare alle origini del giornalismo, è lì che si arriva.
(Januaria Piromallo)

 

 

Il gossip di oggi è la notizia di domani
(motto di Dagospia)

 

 

A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina.
(Giulio Andreotti)

 

 

È una scienza, quella delle chiacchiere, che ha le sue seduzioni.
(Fëdor Dostoevskij)

 

 

Prima se ti facevi i fatti degli altri ti chiamavano “pettegolo/a”, oggi ti chiamano “socialmedia addicted” (sembra quasi un complimento).
(duepuntozero, Twitter)

 

 

L’inventore di Twitter è un pettegolo, l’ha creato prendendo spunto dalla frase: “Me l’ha detto un uccellino”
(queenelisabety, Twitter)

 

 

“Oh, Miss West, ho sentito tante parlare di lei”.
“Sì caro, ma non puoi provare nulla”.
(Mae West)

 

 

Alla conversazione durante un party nessuno contribuisce più degli assenti.
(Audrey Hepburn)

 

 

Se le persone che parlano male di me, sapessero quello che dico io di loro, parlerebbero peggio.
(Sacha Guitry)

 

 

Davvero mostruoso che la gente vada in giro dicendo alle nostre spalle cose che sono assolutamente vere.
(Oscar Wilde)

 

 

Su dieci persone che parlano di noi, nove ne dicono male, e spesso la sola persona che ne dice bene, lo dice male.
(Conte di Rivarol)

 

 

Un amico è un uomo che trova più credito di chiunque altro quando parla male di noi.
(Jean Rostand)

 

 

Se avessi fatto tutto quello che mi attribuiscono, vi starei parlando da una provetta in un laboratorio di Harvard.
(Frank Sinatra)

 

 

Sto solo aspettando che qualcuno dica che sono un omosessuale – che è quello che capita quando sei una star davvero grande.
(Burt Reynolds)

 

 

Nei piccoli paesi, le notizie viaggiano alla velocità della noia.
(Carlos Ruiz Zafon)

 

 

La Storia è come una distillazione del pettegolezzo.
(Jane Welsh Carlyle)

 

 

Tutto quel che dici parla di te: in particolar modo quando parli di un altro.
(Paul Valéry)

 

 

Se sei nei guai, quanti vengono a offrirti la loro comprensione in realtà sono soltanto curiosi di sapere i particolari.
(Edgar Watson Howe)

 

 

La gente vede, sente e parla. Purtroppo però vede male, sente poco e parla troppo.
(Roberto Benigni)

 

 

I pettegolezzi fanno diventare grandi le cose piccole e piccole le persone grandi.
(guidofruscoloni, Twitter)

 

 

Le indiscrezioni si fanno raccomandando la massima discrezione.
(Roberto Gervaso)

 

 

Chi dice male degli altri udrà parlare di sé sempre peggio.
(Baltasar Graciàn)

 

 

Il pettegolezzo è quel filo sottile che lega alcune persone. Magari, prima o poi, ci si strozzeranno pure, con quel filo.
(osmin_, Twitter)

 

 

Il pettegolezzo è l’oppio dell’oppresso.
(Erica Jong)

 

 

Non importa quello che fai o come lo fai, i tuoi vicini parleranno di te comunque.
(Felder Rushing)

 

 

Vediamola in questo modo. Non sono un pettegolo ficcanaso. Ho un disturbo di eccessiva attenzione.
(Robert Brault)

 

 

Il pettegolezzo viaggia più veloce, ma non attecchisce come la verità.
(Will Rogers)

 

 

Un colpo di frusta produce lividure, ma un colpo di lingua rompe le ossa.
(Antico Testamento – Siracide)

 

 

Quello che non si vede con gli occhi, non testimoniare con la bocca.
(Proverbio ebraico)

 

 

La maggior sapienza è saper frenare la lingua nei banchetti. Non si deve mai sparlare di nessuno; altrimenti siamo esposti a farci dei nemici e ad ascoltare cose spiacevoli.
(Chilone di Sparta)

 

 

Se la gente parla male di te, vivi in modo tale che nessuno possa crederle.
(Platone)

 

 

E’ una delle mie fonti di felicità non desiderare immischiarmi negli affari degli altri.
(Dolley Madison)

 

 

Il pettegolezzo nasce dalla presunzione altrui di essere migliore
(Anonimo)

 

 

Vivi in modo tale da non doverti vergognare di vendere il tuo pappagallo ai pettegoli della città.
(Will Rogers)

 

 

I pettegolezzi, quando invecchiano, diventano miti.
(Stanislaw Jerzy Lec)

 

 

Le donne più sciocche: quelle che vanno subito a raccontare tutto; al primo orecchio che capita; e prima che le cose siano veramente successe.
(Elias Canetti)

 

 

Gli uomini hanno sempre detestato i pettegolezzi delle donne perché sospettano la verità: le donne prendono le misure e fanno paragoni.
(Erica Jong)

 

 

Chi parla male di me alle mie spalle viene contemplato dal mio culo.
(Winston Churchill)

 

 

Grandi menti discutono di idee, menti mediocri discutono di eventi, piccole menti discutono di persone e di quel che fanno.
(Eleanor Roosevelt)

 

 

Siate meno curiosi delle persone e più curiosi delle idee.
(Marie Curie)

 

 

Io ho la malattia sociale. Devo andare fuori tutte le sere. Se sto a casa una notte comincio a parlare coi miei cani. Una volta sono stato a casa per una settimana e i miei cani hanno avuto un collasso nervoso.
(Andy Warhol)

 

 

Qual è la differenza tra uno scandalo e un pettegolezzo? Oh! Il pettegolezzo è gradevole! La storia è soltanto pettegolezzo. Ma lo scandalo è un pettegolezzo reso noioso dalla moralità
(Oscar Wilde)

 

 

Il pettegolezzo è dire alle spalle ciò che non vorresti dire in faccia. L’adulazione è dire in faccia ciò che non vorresti dire alle spalle.
(Anonimo)

 

 

Niente viaggia più in fretta della velocità della luce, con la possibile eccezione delle cattive notizie, che seguono proprie leggi specifiche.
(Douglas Adams)

 

 

Vien dietro a me, e lascia dir le genti:
sta come torre ferma, che non crolla
già mai la cima per soffiar di venti.
(Dante Alighieri)

 

 

Il pettegolezzo distrugge la Chiesa.
(Papa Benedetto XVI)

 

 

Chi ha mai visto due cani che, quando si incontrano, parlano di un terzo cane, perché non sanno che altro fare insieme?
(Max Frisch)

 

 

Un pettegolezzo calunnioso non svanisce mai del tutto, se molti lo ripetono: anche la calunnia è una specie di divinità.
(Esopo)

 

 

Il pettegolezzo è il telefono della natura.
(Sholem Aleichem)

 

 

Se qualcuno viene a dirti che il tale o il tal altro parla male di te, non cercare di difenderti, ma rispondi: “Sì, e ignora gli altri miei difetti; se no, non avrebbe menzionato solo quelli.
(Epitteto)

 

 

Credi solo metà di ciò che vedi e nulla di ciò che senti.
(Proverbio)

 

 

Non ti curar di loro, ma guarda e passa.
(Dante Alighieri)

 

 

Si soffocano i clamori, ma come vendicarsi del silenzio?
(Alfred de Vigny)

 

 

Perdono tutti e a tutti chiedo perdono. Va bene? Non fate troppi pettegolezzi.
(Cesare Pavese. Queste sono le sue parole d’addio, riportate sul frontespizio di una copia dei Dialoghi con Leucò, ritrovata su un tavolino accanto al suo corpo senza vita)

Commenti:

Related posts