I 10 luoghi più belli del mondo

Abbiamo stilato una classifica dei 10 posti più belli del mondo…
Voi li avete visitati? oppure ne avete visitati di più belli?

Diteci la vostra… e adesso leggete la nostra classifica…

    • 10 – Al decimo posto si classifica la Valle del Jiuzhaigou – Cina.

VALLE-JLa Valle del Jiuzhaigou (in cinese: 九寨溝, Jiǔzhàigōu, in tibetano: Sicadêgu, letteralmente “valle dei nove villaggi”) è una riserva naturale della provincia dello Sichuan, in Cina. È nota per le sue numerose cascate e i laghi, e nel 1992 è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

  • 9 – Al nono posto abbiamo Uluru – Australia.


uluruUluru
 (chiamato in inglese Ayers Rock) è il più imponente massiccio roccioso dell’outback australiano. Circondato dalla superficie completamente piana del bush, Uluru è visibile da decine di chilometri di distanza ed è celebre per la sua intensa colorazione rossa, che muta in maniera spettacolare (dall’ocra, all’oro, al bronzo, al viola) in funzione dell’ora del giorno e della stagione; caratteristiche che ne fanno una delle icone dell’Australia. La superficie, che da lontano appare quasi completamente liscia, rivela avvicinandosi molte sorgenti, pozze, caverne, peculiari fenomeni erosivi e antichi dipinti.

Uluru si trova in Australia (Oceania) nel Territorio del Nord, nel Parco nazionale Uluru-Kata Tjuta, 450 km a sudovest della città di Alice Springs. Si tratta di un luogo sacro per gli aborigeni, formalmente riconsegnato dal governo australiano agli indigeni del luogo nel 1985.

  • 8 – All’ottavo si piazza il Santuario Fushimi Inari-Taisha – Giappone.

Santuario Fushimi Inari-TaishaIl Fushimi Inari Taisha (伏見稲荷大社?) è il principale santuario dedicato al kami Inari, situato a Fushimi-ku, a Kyōto in Giappone. Il santuario si trova alla base di una montagna chiamata anch’essa Inari, che è a 233 metri dal livello del mare e che comprende diversi sentieri verso altri santuari minori.

Dai tempi antichi in Giappone Inari è sempre stato visto come il patrono degli affari, e sia commercianti che artigiani tradizionalmente venerano Inari. In primo luogo, tuttavia, Inari è il dio del riso. Ognuno dei torii al Fushimi Inari-taisha è stato donato da un’azienda giapponese.

Questo popolare santuario si dice abbia ben 32 000 sotto-santuari (分社 bunsha?) in tutto il Giappone.

  • 7 – In settima posizione abbiamo inserito Kyaiktiyo Golden Rock – Birmania.

KyaiktiyoLa Pagoda Kyaiktiyo (in birmano က်ဳိက္ထီးရိုး ဘုရား, IPA tɕaiʔtʰíjó pʰəjá), conosciuta anche col nome di Golden Rock o Roccia d’oro) è il terzo più importante luogo di pellegrinaggio buddhista della Birmania, dopo la Pagoda Shwedagon e il Tempio Mahamuni. Si trova nello Stato Mon e si tratta di un piccolo stupa alto poco più di 7 metri costruito sulla sommità di un masso di granito ricoperto da numerosi strati di foglie d’oro attaccate dai devoti. Secondo la leggenda la roccia si troverebbe in un precario equilibrio al di sopra di una ciocca di capelli di Buddha. La roccia, la pagoda e tutte le strutture costruite attorno ad essa si trovano sulla cima del monte Kyaiktiyo, e da molte parti si dice che basti una visita a questo luogo per convertirsi al Buddhismo.

  • 6 – Al sesto posto troviamo Moraine Lake – Canada.

moraine lakeIl Moraine Lake è un lago glaciale nel Banff National Park, vicino al villaggio di Lake Louise, in Canada, nella provincia dell’Alberta.

Si trova nella Valley of the Ten Peaks, ad una quota di circa 1.884 m. La superficie del lago è di 0,5 km².

Il colore verde lattiginoso dell’acqua è dovuto alla presenza di minuscole particelle di roccia, che fluiscono nel lago a causa dell’erosione

  • 5 – In quinta posizione c’è Golden Circle Route – Islanda.

golden circle routeIl Golden Circle è un popolare itinerario turistico nell’Islanda meridionale, che copre circa 300 chilometri intorno Reykjavík in Islanda. E’ l’area che contiene la maggior parte delle visite guidate e attività di viaggio legate in Islanda.

Le tre tappe principali lungo il percorso sono il parco nazionale di Thingvellir, la cascata Gullfoss (che significa “cadute d’oro”), e la valle geotermico attiva di Haukadalur, che contiene i geyser Geysir e Strokkur. Sebbene Geysir è stato inattivo per lungo tempo, Strokkur, invece, continua a scoppiare in ogni intervallo 5-10 minuti.

Altre tappe sono Kerid cratere di vulcano, Hveragerði villaggio serra, la chiesa Skálholt, e la centrale geotermica Nesjavellir o Hellisheidarvirkjun.

  • 4 – Al quarto posto si piazza Trolltunga – Norvegia.

trolltungaTrolltunga (lingua del troll, in italiano) è una roccia sporgente che si staglia in orizzontale al di sopra del villaggio di Skjeggedalpresso Odda, regione dell’Hordaland in Norvegia. È situata a 1100 m s.l.m. sospesa a 700 metri sul lago Ringedalsvatnet.

L’escursione richiede 8-10 ore in totale (al Trolltunga da Skjeggedal – passando per Tyssedal – e ritorno) e la salita presenta un dislivello di circa 900 metri. Nella zona ci sono associazioni turistiche con postazioni di alloggio. Il Trolltunga, dal quale si può accedere al resto dell’Hardangervidda, può essere punto di partenza per escursioni più lunghe, come quella verso Harteigen.

  • 3 – Sul gradino più basso del podio abbiamo deciso di inserire Angkor Wat – Cambogia.

angkorwatAngkor Wat (in lingua khmer Tempio della città) è un tempio khmer, all’interno del sito archeologico di Angkor, in Cambogia, nei pressi della città di Siem Reap. Fu fatto costruire dal re Suryavarman II (1113-1150).

Il re ordinò che la costruzione del gigantesco edificio partisse contemporaneamente dai 4 lati, cosicché l’opera fu completata in meno di 40 anni. L’ipotesi più probabile è che si tratti di un mausoleo, un luogo dove il re potesse essere venerato dopo la morte. Infatti, l’entrata principale è situata a ovest, come nei templi funerari, e non a est, come consuetudine per i templi indù.

Il tempio è a forma di rettangolo, lungo circa 1,5 km da ovest a est e 1,3 km da nord a sud; all’interno del fossato che circonda completamente il muro perimetrale di 3,6 km vi sono tre gallerie rettangolari, costruite una sopra l’altra. Al centro del tempio si trovano cinque torri. Angkor Wat riassume due principali caratteristiche dell’architettura cambogiana: il tempio-montagna che si erge all’interno di un fossato e che simboleggia il Meru (la montagna degli dei nella religione indù. Il tempio, infatti è consacrato a Vishnu), e i successivi templi a galleria.

È diventato il simbolo della Cambogia, tanto che appare sulla bandiera nazionale ed è oggi il luogo del paese più visitato dai turisti. Secondo il Guinness dei primati, è il più vasto sito religioso al mondo.

  • 2 – Al secondo posto troviamo il Great Blue Hole – Caraibi.

Belize-Blue-HoleIl Great Blue Hole (in italiano letteralmente “Grande Voragine Blu”) è una grande dolina carsica subacquea situata ad est delle coste del Belize, nel Mar dei Caraibi. Jacques-Yves Cousteau, colui che fece le prime esplorazioni in questo sito, elesse il Great Blue Hole come uno dei dieci siti di immersione più interessanti al mondo, dopo esservisi recato nel 1971 con la sua nave Calypso per monitorarne la profondità.

  • 1 – E al primo posto, come luogo da visitare assolutamente troviamo… Antelope Canyon – Arizona.

Antelope-CanyonL’Antelope Canyon è lo slot canyon più visitato degli Stati Uniti sudoccidentali. Si trova sulla terra Navajo vicino a Page, Arizona. L’Antelope Canyon consiste di due formazioni separate, chiamate Antelope Canyon Superiore e Antelope Canyon Inferiore. I due tratti sono separati dalla strada 98. Il rift che ha generato i due canyon, nel suo percorso verso il Lago Powell trova per primo uno sbarramento costituito da una formazione di Arenaria posta trasversalmente al suo percorso. Qui genera L’Antelope Canyon Superiore Upper Antelope Canyon lungo solamente duecentosettanta metri, più agevole e facile. Proseguendo l’avvicinamento verso il lago, dopo cinque chilimetri circa verso nord, l’erosione penetra nel terreno generando il più lungo e meno agevole Antelope Canyon Inferiore Lower Antelope Canyon lungo oltre quattro chilometri. Entrambe i tratti, visitabili solo con l’assistenza delle guide Navaho, costituiscono una vera meraviglia della natura, e sono una vera sfida per i fotografi a causa delle difficili condizioni di luce. In alcuni periodi dell’anno e del giorno, il tratto superiore è caratterizzato dai fasci di luce che raggiungono il suolo. Entrambi i tratti dell’Antelope Canyon possono essere soggetti a inondazioni improvvise Flash Flood. Violente piogge, anche molto distanti dal sito, possono provocare improvvise e pericolose inondazioni con preavviso scarso o nullo.

 

Commenti:

Condividi

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.