Io ho il mio concetto forse strano di amore.

Io ho il mio concetto forse strano di amore.
Che non è certo continua seduzione, o scenate, o una tetta  che sbuca fuori o un mazzo di fiori.
Amore per me è voltarmi e sapere che ci sei a proteggermi le spalle anche se distanti.
È cercare la tua mano e trovarla, lì accanto.
È parlare… tuffarmi tra le tue braccia, i tuoi discorsi e il profumo che indossa la tua pelle.
È riconoscerti tra mille, tu con la tua voce ed i tuoi occhi.
È rispetto l’amore.
È tornare anche dopo un grande litigio, che mette in crisi i momenti mai il cuore.
È resistenza l’amore.
Mica uno può esser sexy, strabiliante o super eroe sempre… quelli son film e nient’altro.
L’amore vero è sacrificio, è dolore a volte.
È distacco spesso e poi ritorno.
Son notti stretti a scaldarsi dal freddo o a far dolce l’amore.
È conoscenza dell’animo dell’altro.
È cura.
È andare insieme a fare la spesa e ritrovarsi a sorridere perché tu in perenne dieta infili nel carrello qualcosa di dolce.
È il suo sguardo che ogni giorno ti sussurra che con te è felice.
È la sua telefonata per sapere se hai avuto problemi con la neve o semplicemente per dirti sto tornando a casa.
Sono i fine settimana insieme… ed i silenzi che sanno di serenità.
L’amore vero è come un libro, di quelli che tieni sul comodino o in grembo durante un lungo viaggio in treno.
È un percorso non facile.
È una mano stretta stretta alla tua.
È guardare insieme la stessa direzione ed urlare dentro “Io con te ci voglio invecchiare”.
L’amore.
Antonella Coletta

Vi consigliamo di dare uno sguardo anche qui:

Condividi

Related posts