LA REALE NATURA

LA REALE NATURA

Quante domande si perdono e in quante domande ci perdiamo, con l’illusione di trovare nella domanda la risposta.

Quanti blocchi abbiamo e quanti ci bloccano, con la speranza che arriverà qualcosa di esterno a sbloccarci.

Quanti progetti costruiamo nella mente e quanti ci costruiscono la mente, nell’attesa che saranno quei progetti che ci realizzeranno.

Quanto temporeggiamo affidando al tempo di cambiare le cose e quanto tempo diciamo di non avere, mentre lo stiamo perdendo!

Ho cinque sensi. Vedo, sento, tocco, assaporo, odoro.

Con i miei sensi costruisco esperienza e sperimento la realtà.

Se penso di vedere, non vedo.
Se penso di sentire, non sento.

Se penso di toccare, non tocco.

Se penso di assaporare, non assaporo.

Se penso di odorare, non odoro.

Ma se inizio ad ad aprire un occhio , inizio a vedere qualcosa.

Se inizio a sporgere l’orecchio, inizio a sentire qualcosa.

Se inizio ad appoggiare le mani, inizio a toccare qualcosa.

Se inizio a deglutire, inizio ad assaporare qualcosa.

Se inizio a inspirare, inizio ad annusare qualcosa.

Pensare qualcosa e temporeggiare pensando che la cosa arrivi sono costruzioni ingannevoli della mente. Ci sembra di costruire o di star crescendo nelle nostre domande, quando di fatto restiamo fermi, mentre pesiamo sempre di più.

Per poter fare esperienza di qualcosa, bisogna innanzitutto che la cosa sia reale. Solo rendendo reale ciò che pensiamo possiamo vederlo, e vederci, nella realtà.

Le forme non nascono forme, ma ci diventano. L’unico modo per prendere forma, è diventare reali.

Rendete i vostri pensieri reali, per comprendere che la realtà non è nel pensiero ma nella forma e che la forma non è nella domanda ma nella risposta che si realizza.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo con i tuoi amici.

Se ti piace questa pagina seguici sufacebooklogo

grazie

Condividi

Related posts