L’inferno nell’anima

Non so cosa significa essere bambini
Non so cosa si prova a d’essere amati dal proprio genitore
Non so che prova una bambina ad avere un padre
Una famiglia unita
Una casa calda
Un nido di protezione
Non so come sia l’abbraccio caldo di un padre
Addormentarmi fra le sue braccia
Sentirmi protetta da lui.
Porto un bagaglio pesante
Colmo di dolore
Di parole tristi
Di sofferenza
Di solitudine
Fatica
Ho sempre lottato per avere ogni cosa
Ho sempre patito la fatica di questa vita
Ho fatto a pugni con la morte
Mi sono rialzata dal fango senza l’aiuto di nessuno.

Mi sono pulita da sola.
Non ho ricordi belli
Solo momenti di sofferenza inumana
Oggi sono una donna forte per forza
Sono una donna coraggiosa
Sono una donna che sa cosa significa la fatica
Ma quella vera,
Quella che ti fa svenire.
Ma conosco attraverso l’immensità dell’amore
Conosco empatia
L’emozione pulita
Lotterei contro tutti e tutto per le persone che amo e per quelle indifese, innocenti!
Io non sono bella
Ma credo che la bellezza che si porta dentro l’anima sia molto più affascinante, misteriosa e completa.
Non sono niente e nessuno
Sono semplicemente una che ha dovuto lottare sempre senza mai arrendersi.
Conosco l’inferno
Ho vissuto sulla mia pelle la crudeltà dell’essere umano.
So quanto possano essere spietati, manipolatori, cattivi.
Ma guardando nel mio cuore
So che chi ha vissuto sulla propria pelle l’inferno,
Chi ha vissuto situazioni estreme,
Situazioni che ti rendono o angelo o demone e ne esce con tutte le parti
senza dimenticare cosa si prova subendo il male altrui, ha l’inferno dentro.
Si ho l’inferno dentro ma non lo combatto, lo uso come promemoria di ciò che ho dovuto superare.
Mi rende umana
Mi rende una persona vera.
Da bambina sono sempre stata una che lotta
E non importa quanto mi colpisca forte la vita.
Io posso scegliere
E scelgo di perdonare
Di andare oltre il superfluo
Di non incassare il veleno di alcuni
Ne le maldicenze di altri
Solo io conosco la mia vita
Le mie lotte
E una cosa è certa
Sarò sempre quello che avrei voluto
Una carezza
Presenza
Amore
Comprensione
Una spalla su cui piangere
Un’amica
Una mamma
Un padre
Una carezza sull’anima
E una gioia nel cuore

Condividi

Related posts