Maya Angelou , Vita, poesie e frasi celebri

«Ho imparato che puoi capire molto di una persona dal modo in cui affronta queste tre cose: una giornata di pioggia, la perdita del bagaglio, e l’intrico delle luci dell’albero di Natale»

 

Maya Angelou (nata Marguerite Ann Johnson) ha pubblicato, nell’arco di mezzo secolo, un’autobiografia divisa in sette parti, tre libri di saggistica e numerose raccolte di poesia, oltre a libri per bambini, drammi teatrali, sceneggiature e programmi televisivi. Ha ricevuto decine di premi e più di trenta dottorati di ricerca honoris causa. Angelou è celebre soprattutto per le sette autobiografie incentrate sulle sue esperienze adolescenziali e della prima maturità. Con la prima autobiografia, Il canto del silenzio (1969, tit. or.: I Know Why the Caged Bird Sings), nella quale racconta la propria vita fino all’età di diciassette anni, ha incontrato un enorme successo e apprezzamento internazionale.

Ragazza madre a diciassette anni, Angelou ha svolto i lavori più diversi, tra cui la tranviera, la cameriera, la cuoca, la mezzana, la prostituta, la spogliarellista, la ballerina, la cantante; ha fatto parte del cast dell’opera di George Gershwin Porgy and Bess, la giornalista in Egitto e l’insegnante nel Ghana durante il periodo della decolonizzazione, la coordinatrice dell’associazione per i diritti civili Southern Christian Leadership Conference, la compositrice, la scrittrice, l’attrice, l’autrice, regista e produttrice di drammi teatrali e programmi televisivi. Dal 1982 è stata docente alla Wake Forest University di Winston-Salem, nella Carolina del Nord, di cui detiene la cattedra Reynolds di primo professore a vita in studi americani. Attiva nel movimento per i diritti civili, ha lavorato a fianco di Malcolm X, conosciuto nel Ghana, e, dopo il suo assassinio, con Martin Luther King, Jr. Dagli anni Novanta ha partecipato a circa ottanta conferenze l’anno, attività che ha continuato a svolgere anche da ottantenne. Nel 1993 Maya Angelou ha declamato la sua poesia «On the Pulse of Morning» alla cerimonia di insediamento alla presidenza di Bill Clinton, in questo risultando il primo poeta a recitare un proprio testo all’inaugurazione presidenziale dai tempi in cui, nel 1961, Robert Frost lesse i propri versi durante l’insediamento di John F. Kennedy.

Con Il canto del silenzio, Maya Angelou ha messo in piazza aspetti della propria vita privata, con una efficacia che l’ha portata ad esser ritenuta una portavoce sia delle istanze della popolazione afroamericana che delle donne nere, al punto che le sue opere vengono considerate un baluardo della cultura afroamericana. Benché vi siano stati tentativi di bandire i suoi libri in alcune biblioteche statunitensi, le sue opere sono ampiamente studiate nelle scuole e negli atenei anche fuori degli Stati Uniti. Le opere più importanti di Angelou sono state etichettate come romanzi autobiografici, ma molti critici le considerano delle vere e proprie autobiografie. Maya Angelou ha compiuto un deliberato tentativo di opporsi alla struttura tipica dell’autobiografia, attraverso una messa in discussione, una rielaborazione e un accrescimento di questo genere letterario. I suoi libri sono incentrati su temi come il razzismo, l’identità, la famiglia e i viaggi. Nota soprattutto per le sue autobiografie, Angelou è anche una poetessa affermata. Riguardo alla poesia, la critica è divisa tra coloro che ritengono di poco conto i suoi versi e coloro che ritengono che i criteri tipici adottati nell’interpretazione stilistica della sua opera poetica siano inadeguati a valutarla, nella misura in cui la sua poesia si riallaccia in modo originale alla tradizione orale afroamericana di oratori quali Frederick Douglass, Martin Luther King, Jr. e Malcolm X. Di fatto, un’ampia attenzione critica alla sua opera in versi è cominciata solo a partire dalla coinvolgente lettura di «On the Pulse of Morning» del 1993 durante l’insediamento del presidente Clinton, nonostante, fin dal 1971, abbia prodotto numerosi volumi di poesia con riscontro di vendite pari a quello delle autobiografie.

Oltre alla copiosa mole di dottorati ricevuti dalle università, Maya Angelou ha vinto numerosi premi letterari e per i diritti civili, onorificenze statali e di singoli gruppi di interesse. È stata finalista, tra l’altro, del Premio Pulitzer per la poesia con la sua prima raccolta di versi Just Give Me a Cool Drink of Water ‘fore I Diiie; ha ottenuto una nomination al Tony Award come migliore attrice non protagonista del dramma teatrale Look Away di Jerome Kilty (1973); ha vinto tre premi Grammy per il miglior album parlato. È stata nominata due volte membro di comitati e commissioni della Presidenza degli Stati Uniti (1975-76 e 1977); le è stata conferita la Medaglia nazionale delle arti dal Congresso nel 2000 e la Medaglia presidenziale della libertà da Barack Obama nel 2011.

In Italia sono usciti la raccolta di saggi Il semplice viaggio del cuore (1993, tit. or.: Wouldn’t Take Nothing for My Journey Now), edito da Guanda nella traduzione di Laura Noulian nel 1994, e, per Frassinelli, i primi due volumi autobiografici Il canto del silenzio e Unitevi nel mio nome (1974, tit. or.: Gather Together in My Name), rispettivamente nel 1996 e nel 1999, entrambi nella traduzione di Maria Luisa Cantarelli.

Oggi può essere considerata un’ importante esponente per la difesa dei diritti civili e rilevante portavoce della cultura afroamericana.
Fonte  Wikipedia

Maya Angelou muore nel 2014 ed il suo corpo è stato cremato.

 

Buona lettura:

 

“Io ho fatto allora quello che sapevo fare e quando ne ho saputo di più.. ho fatto di più”
—Maya Angelou


















Tu puoi scrivere di me nella storia,
con le tue bugie amare e contorte.
Puoi calpestarmi nella sporcizia
ma io, come la polvere, mi solleverò.
La mia sfacciataggine ti irrita?
Perché sei assediato dalla malinconia?
Perché io cammino come se avessi pozzi di petrolio
che sgorgano nel mio salotto.
Proprio come le lune e i soli,
con la certezza delle maree,
proprio come la speranza che alta si slancia,
ancora io mi solleverò.
Volevi vedermi spezzata?
Con la testa china e gli occhi bassi?
Le spalle cadenti come lacrime.
Indebolita dal mio pianto, che viene dall’anima.
La mia superbia ti offende?
Non prenderla così male.
Perché io rido come se avessi miniere d’oro
scavate nel mio cortile.
Puoi spararmi con le tue parole.
Puoi ferirmi con i tuoi occhi.
Puoi uccidermi con il tuo odio,
ma io, come l’aria, mi solleverò.
È la mia sensualità a disturbarti?
Ti arriva come una sorpresa,
il fatto ch’io danzi come se avessi diamanti
all’incrocio delle mie cosce?
Fuori dalle capanne della vergogna della storia,
mi sollevo.
Su, da un passato che ha le radici nel dolore,
mi sollevo.
Sono un oceano nero, ampio, che balza,
zampillando e gonfiandomi, genero nella marea.
Lasciando alle spalle notti di terrore e paura,
mi sollevo.
In un’alba che è meravigliosamente chiara,
mi sollevo.
Portando i doni che i miei antenati mi diedero,
io sono il sogno e la speranza dello schiavo.
Mi sollevo.
Mi sollevo.
Mi sollevo.




Ombre sul muro
Rumori lungo il corridoio
La vita non mi spaventa per niente
Cani infuriati che latrano
Enormi fantasmi in una nuvola
La vita non mi spaventa per niente
La vecchia cattiva Mamma Oca
I leoni in libertà
Non mi spaventano per niente
Draghi che sputano fiamme
Sul mio copriletto
Non mi spaventano per niente
Io faccio “buh”
Dico “pussa via”
Mi diverto
A vederli correre
Non piangerò
Così voleranno via
Mi basta sorridere
Per farli impazzire
La vita non mi spaventa per niente
Ragazzi violenti che fanno a botte
Tutta sola di notte
La vita non mi spaventa per niente
Pantere nel parco
Estranei al buio
No, non mi spaventano per niente
Quella nuova classe dove
Tutti i ragazzi mi tirano i capelli
(Ragazzine smorfiose
Dai capelli ricci)
Non mi spaventano affatto
Non mostratemi rane e serpenti
Aspettandovi che io urli
Se mi spavento
Lo faccio solo nei miei sogni
Ho un incantesimo
Nascosto nella manica,
Posso camminare sul fondo del mare
Senza bisogno di respirare
La vita non mi spaventa per niente
Per niente
Per niente
La vita non mi spaventa per niente





Le belle donne si chiedono dove stia il mio segreto.
Io non sono attraente e non ho misure da modella
ma quando comincio a raccontare,
pensano che io stia dicendo bugie.
Io dico,
è nell’estensione delle mie braccia
nelle curve dei miei fianchi,
nell’andatura del mio passo,
nel ricciolo delle mie labbra.
Sono una donna
fenomenale.
Una donna fenomenale,
questa sono io.
 
Io entro in una stanza
tanto disinvolta come piace a te,
agli uomini,
i maschi rimangono fermi o
cadono in ginocchio.
Poi sciamano attorno a me,
un alveare di api.
Io dico,
è il fuoco nei miei occhi,
e il bagliore dei miei denti,
l’ondeggiare del bacino,
la gioia nei miei passi.
Sono una donna
fenomenale.
Una donna fenomenale,
questa sono io.
 
Gli uomini stessi si sono chiesti
cosa vedono in me.
Ci provano così tanto
ma non possono toccare
il mio mistero più profondo.
Quando provo a mostrarglielo
dicono che ancora non riescono a vederlo.
Io dico,
è l’arco della mia schiena,
il sole del mio sorriso,
la curva dei miei seni,
la grazia del mio stile.
Sono una donna
fenomenale.
Una donna fenomenale,
questa sono io.
 
Ora voi capite
perché il mio capo non è chino.
Io non grido o salto su,
non devo parlare tanto forte.
Quando mi vedete passare
dovreste essere orgogliosi.
Io dico,
è nel rumore dei miei tacchi,
la piega dei miei capelli,
il palmo della mia mano,
il bisogno delle mie attenzioni,
perché io sono una donna
fenomenale.
Una donna fenomenale,
sono io.



Frasi tratte dal libro Io so perché canta l'uccello in gabbia

Se crescere è doloroso per una bambina nera del Sud, rendersi conto di essere fuori posto è la ruggine sul rasoio puntato alla gola. È un insulto superfluo.

 


«Perché mi guardate? non sono venuta per restare…»

Più che averla dimenticata, non riuscivo a concentrarmi abbastanza per ricordarla bene. C’erano cose più importanti.

«Perché mi guardate? non sono venuta per restare…»

Ricordare o meno il resto della poesia era irrilevante. La verità di quell’affermazione era come un fazzoletto fradicio che tenevo appallottolato in mano, e prima l’avessero accettata, prima avrei potuto aprire i pugni e sentire l’aria fresca sui palmi.

«Perché mi guardate?…»

I bambini della Chiesa Episcopale Metodista Nera si dimenavano e ridacchiavano conoscendo la mia ben nota smemoratezza. Indossavo un vestito di taffetà color lavanda che frusciava a ogni respiro, e adesso, mentre inspiravo aria per soffiare fuori la vergogna, faceva lo stesso rumore della carta crespata dietro i carri funebri.
Angelou, Maya Io so perché canta l’uccello in gabbia

 

 

Altre frasi celebri!

 

“Se qualcosa non ti piace, cambiala. Se non puoi cambiarla, cambia il tuo atteggiamento. Non lamentarti.”

 

Ho imparato che le persone possono dimenticare ciò che hai detto, le persone possono dimenticare ciò che hai fatto, ma le persone non dimenticheranno mai come le hai fatti sentire.

 

Ogni persona è unica e merita di essere accettata e apprezzata nella sua singolarità. Ricorda che un sorriso e una parola dolce non costa nulla e può cambiare una vita.

 

Il desiderio di raggiungere le stelle è ambizioso. Il desiderio di raggiungere i cuori è saggio

 

Ci deliziamo nella bellezza della farfalla, ma raramente ammettiamo i cambiamenti a cui ha dovuto sottostare per raggiungere quella bellezza.

 

Spesso guardiamo il risultato di chi ci sembra felice e realizzato ma scordiamo di vedere le sfide, i cambiamenti e gli ostacoli che sono stati superati per arrivare fino lí.

 

 

Concediti di cambiare, permettiti di crescere ed andare oltre, fidati, il viaggio del cambiamento vale sempre la pena.

 

Potresti non avere il controllo di ogni cosa che ti capita, ma puoi decidere di non essere controllato da ogni cosa. Cerca di essere un arcobaleno nella nuvola di qualcuno. Non lamentarti. Fai ogni sforzo per cambiare le cose che non ti piacciono. Potresti trovare nuove soluzioni.

 

Vai oltre. Sii di più. Tu non sei definito dalle circostanze della tua vita, sei tu ad avere il potere di definirle.

 

Non mi fido delle persone che non amano se stesse e mi dicono “Ti amo”. C’è un detto africano che dice: Stai attento quando una persone nuda ti offre una camicia

 

Innamorati profondamente di te stesso, amati, sempre e comunque. Ricordati che sei meraviglioso in ogni piccola piega del tuo essere, nelle luci e nelle ombre, nelle lacrime e nelle risate.

 

Semplicemente ama te stesso, col cuore.

 

Ed ecco che quando saprai prenderti cura di te, saprai amarti, l’Amore busserà nella tua vita.

La mia missione nella vita non è semplicemente di sopravvivere, ma prosperare; e farlo con passione, compassione, umorismo e stile.

 

Abbi abbastanza coraggio per fidarti dell’amore un’altra volta e ancora, una volta ancora.

 

Anche quando è dura, soprattutto quando è dura. L’amore trova sempre il modo per entrare nella tua vita se ti fidi di lui.

 

Chiedi ciò che desideri e sii preparato a riceverlo

 

Ama la vita. Immergiti in essa. Dalle tutto ciò che hai. Amala con passione perchè, davvero, la vita ti dona, molte molte volte in più, quello che tu le hai dato.“

 

Tu, da solo, sei abbastanza. Non devi provare niente a nessuno.

 

Tu sei completo. Straordinario, cosí come sei e non saranno i giudizi degli altri a renderti di meno.

 

Potrai incontrare molte sconfitte, ma non devi essere sconfitto.
La verità è che sarà necessario affrontare le sconfitte per conoscere chi sei, il tuo potere di rialzarti, e capire che puoi sempre rialzarti, ancora una volta

 

Ricorda, sono sempre le difficoltà della vita a mostrarci chi siamo e chi possiamo essere.

 

E quando ti trovi di fronte a qualcuno che potrebbe ferirti non dimenticare questa frase di Maya Angelou..

 

Puoi spararmi con le tue parole,
Puoi tagliarmi coi tuoi occhi,
Puoi uccidermi con il tuo odio,
Ma ancora, come l’aria, mi solleverò.

 

La maggior parte delle persone non cresce. La maggior parte invecchia. Trova parcheggi più grandi, onora le carte di credito, si sposa, fa figli e la chiama maturità. Questo io lo chiamo invecchiare.

 

Nulla può oscurare la luce che splende da dentro.

 

Davvero, nulla potrà mai oscurare la tua luce o spegnere il tuo sorriso se non glielo permetterai.

 

La vita ama essere presa per il bavero è sentirsi dire, ‘Sono con te, amica. Andiamo’.

 

Adesso. Non domani, non ieri. Ora.

 

Se cerchi sempre di essere normale non saprai mai quanto puoi essere straordinario

 

A volte è difficile essere diversi, mantenere la propria unicità in un mondo che tende ad uniformarsi, ma ti prego, non cedere.

 

È lo stesso mondo che ha un disperato bisogno di te, esattamente come sei, diverso da chiunque altro, per poter essere migliore.

 

Niente funzionerà a meno che non lo fai tu per primo.

 

Sprechiamo molte ore preziose spaventati dall’inevitabile. Sarebbe saggio usare quel tempo per trascorrerlo con la nostra famiglia, divertirci con gli amici e vivere la nostra vita.

 

 

Ho imparato che ogni volta che decido qualcosa con il cuore aperto, prendo solitamente la decisione giusta.” 

 

Sii pronto. Ascolta il tuo cuore e fai quella scelta.

 

Amati profondamente, lascia andare tutto ciò che ti sta bloccando e fai spazio al nuovo che ti aspetta.

 

L’orizzonte si piega in avanti, offrendoti spazio per fare nuovi passi di cambiamento

 

Tocca a te cogliere l’attimo.

 

 

Commenti:

Condividi

Related posts