Poesia di William Shakespeare “Sonetto 22”

Poesia di William Shakespeare “Sonetto 22”

Sonetto 22 Poesia di William Shakespeare Non mi convincerà lo specchio ch’io sia vecchio, fin quando tu e giovinezza avrete gli stessi anni; ma quando vedrò il tuo volto solcato dalle rughe, allora m’aspetto che morte termini i miei giorni. Infatti, tutto il decoro di tua bellezza non è che luminosa veste del mio cuore che vive nel tuo petto, come il tuo nel mio: e allora come potrei essere di te più vecchio? Perciò, amore mio, abbia di te gran cura, come anch’io farò, non per me, ma per tuo…

La visione del paradiso dal “Diario di Santa Faustina”

La visione del paradiso dal “Diario di Santa Faustina”

Oggi in ispirito sono stata in paradiso e ho visto l’inconcepibile bellezza e felicità che ci attende dopo la morte. Ho visto come tutte le creature rendono incessantemente onore e gloria a Dio. Ho visto quanto è grande la felicità in Dio, che si riversa su tutte le creature, rendendole felici. Poi ogni gloria ed onore che ha reso felici le creature ritorna alla sorgente ed esse entrano nella profondità di Dio, contemplano la vita interiore di Dio, Padre, Figlio e Spirito Santo, che non riusciranno mai né a capire…

Se della mia voce

Se della mia voce

Se della mia voce Se della mia voce potessi liberarmi per attorcigliare la tua gola alla mia e solo usare quell’oceano formato dalle tue parole che nettare sono per la mia lingua di orfano di vedovo di straniero Se smettere potessi d’essere assente per trasformare la tua anima nella mia patria lasciandoti sentire per una volta l’impatto mortale del mio silenzio In fondo altro non sono che il ricordo della tua voce. Ogni volta che mi rifiuti finisci di partorirmi. – Alejandro Jodorowsky 0shares 0Facebook 0Twitter 0Google+ 0Pinterest 0LinkedIn

Mi manchi

Mi manchi

MI manchi da star male. Mi manchi incessantemente, sei fra le lenzuola che profumano di te. Sei nel cuscino che stringo al mio petto, Sei fra le righe di questa scrittura, Sei nelle mie vene, nei mille pensieri che ho su di noi… Sei nel ritratto accanto al nostro letto. Ma non sei fra le mie braccia, Non posso guardare il tuo viso sereno, riposare beato Non posso sfiorare la tua pelle, Non posso abbracciare il tuo corpo caldo, Appoggiare la testa sul tuo petto e ascoltare il battito del…

Scusate, ma non voglio fare l’imperatore

Scusate, ma non voglio fare l’imperatore

  Scusate, ma non voglio fare l’imperatore. Non è il mio mestiere. Non voglio governare o conquistare nessuno. Mi piacerebbe aiutare tutti, se fosse possibile: gli ebrei, i gentili, i negri, i bianchi. Noi tutti vogliamo aiutarci vicendevolmente. Gli esseri umani sono fatti così. Vogliamo vivere della reciproca felicità, non della reciproca infelicità. Non vogliamo odiarci e disprezzarci. Al mondo c’è posto per tutti. E la buona terra è ricca e in grado di provvedere a tutti. La vita può essere libera e bella, ma noi abbiamo smarrito la strada:…

Martin Luther King Le più belle frasi sagge, citazioni, aforismi e poesie

Martin Luther King Le più belle frasi sagge, citazioni, aforismi e poesie

Martin Luther King Jr., nato Michael King Jr. (Atlanta, 15 gennaio 1929 – Memphis, 4 aprile 1968), è stato un pastore protestante, politico e attivista statunitense, leader dei diritti civili. Il suo nome viene accostato per la sua attività di pacifista a quello di Gandhi, il leader della non violenza della cui opera King è stato un appassionato studioso, e a Richard Gregg, primo americano a teorizzare organicamente la lotta non violenta. L’impegno civile di Martin Luther King è condensato nella Letter from Birmingham Jail (Lettera dalla prigione di Birmingham),…

Gli occhi della mia donna non sono come il sole

Gli occhi della mia donna non sono come il sole

Gli occhi della mia donna non sono come il sole Gli occhi della mia donna non sono come il sole; il corallo è assai più rosso del rosso delle sue labbra; se la neve è bianca, allora i suoi seni sono bigi; se i capelli sono crini, neri crini crescono sul suo capo. Ho visto rose damascate, rosse e bianche, ma tali rose non le vedo sulle guance; e in certi profumi c’è maggior delizia che non nel fiato che la mia donna esala. Amo sentirla parlare, eppure so che…

La passione e la ragione

La passione e la ragione

La passione spinge il nostro cuore a diventare un campo di battaglia, mentre la ragione vuole trasformare la discordia, la rivalità, l’incomprensione in sentimenti che conducono all’armonia e alla felicità. Per questo la ragione e la passione sono il timone e le vele della nostra anima. Se le vele o il timone si dovessero spezzare finiremmo per essere sballottati e portati alla deriva, oppure per restare fermi in mezzo al mare. La ragione cerca di fare della passione un canto, e la dirige e la fa rinascere rinnovata come la…

Sonetto 92 poesia di William Shakespeare

Sonetto 92 poesia di William Shakespeare

Sonetto 92 William Shakespeare Fai pure del tuo peggio per sottrarti a me, ma per tutta la vita mi apparterrai: vita che non durerà più a lungo del tuo amore, perché essa completamente da quell’amore dipende. Non devo perciò temere il massimo dei mali, dal momento che il minimo di essi mi può causare la fine; esiste per me un più felice stato di questo continuo dipendere dai tuoi umori! Tu non puoi torturarmi con la tua incostanza, ne va della mia vita col tuo disdegno. Oh, quale titolo alla…

Quando seguo l’ora che batte il passar.. poesia di William Shakespeare

Quando seguo l’ora che batte il passar.. poesia di William Shakespeare

Quando seguo l’ora che batte il passar del tempo e vedo il luminoso giorno spento nella tetra notte, quando scorgo la viola ormai priva di vita e riccioli neri striati di bianco, quando vedo privi di foglie gli alberi maestosi che un dì protessero il gregge dal caldo e l’erbe d’estate imprigionate in covoni portate su carri irte di bianchi ed ispidi rovi, allor, pensando alla tua bellezza, dubbio m’assale che anche tu te ne andrai tra i resti del tempo, perché grazie e bellezze si staccan dalla vita e…