SERGEY BRIN

Cenni Biografici:

 

Il 21 agosto 1973 nasce a Mosca il co-fondatore dell’impero di Google: Sergey Brin.   Sergey Brin   all’età di sei anni emigra con la famiglia negli Stati Uniti per sfuggire alle persecuzioni ebraiche nel 1979 abbandonando così il suo sogno di diventare astronomo.
Studia informatica   laureandosi   a pieni voti in Matematica e Scienze informatiche presso l’Università del Maryland situata a College Park.

Nel 2011, Larry Page è stato nominato amministratore delegato consentendo a Sergey Brin di tornare al semplice titolo di “co-fondatore.”   Oggi Sergey Brin   è tra gli uomini più ricchi al mondo e condivide la posizione in classifica col socio grazie ai proventi derivati dalla stessa Google Inc, che da semplice progetto è divenuta una delle realtà più potenti ed in espansione sul web.

 

Frasi celebri:

“Noi di Google siamo convinti che non tutte le pagine web nascano uguali. Gli uomini nascono uguali, non le pagine web.”     “Alcuni dicono che Google è Dio. Altri dicono che Google è Satana. Ma se pensano che Google sia troppo potente, si ricordino che con i motori di ricerca, a differenza di altre società, basta un solo clic per passare ad un altro motore di ricerca.”

“Quando è troppo facile fare soldi, si ottiene un sacco di rumore mescolato con la vera innovazione e l’imprenditorialità.”

“La tecnologia è un innato democratizzatore. Grazie all’evoluzione dell’hardware e del software tu sei in grado di arrivare ovunque. Ciò significa che durante la nostra vita ognuno può avere strumenti di pari potenza.”

“Al momento Google si affida ai propri utenti per il marketing. Abbiamo un’elevata percentuale di utilizzatori che parlano ad altri delle qualità del nostro motore di ricerca.”

 

“E’ ovvio che chiunque vuole avere successo, ma io voglio essere visto come un vero innovatore, molto affidabile, con valori etici e capace di fare la differenza nel mondo.”

“Quando passi da 10 a 100 persone tu già non consoci più chi sono. A questo punto devi continuare a crescere per avvantaggiarti delle economie di scala.”

“Noi vogliamo che Google diventi la terza metà del tuo cervello.”

 

“Tu senti sempre la frase che il denaro non compra la felicità. Ma io ho sempre pensato che molti soldi possano comprare un po’ di felicità, anche se non è sempre vero. Io ho sostituito la mia automobile perché è scaduto il leasing della vecchia.”

 

Condividi

Related posts