Usa Il Rosmarino Per La Digestione E I Problemi Dell’intestino

USA IL ROSMARINO PER LA DIGESTIONE E I PROBLEMI DELL'INTESTINO

• Gli effetti dei principi attivi del Rosmarino sono particolarmente evidenti a livello gastrico e intestinale: la pianta possiede spiccate proprietà digestive, aromatiche e carminative che favoriscono l’espulsione dei gas intestinali. Risulta quindi un efficace rimedio per tutti quei disturbi legati a scompensi digestivi, anche in caso di flatulenza. È indicato inoltre nel reflusso esofageo, quando cioè si verifica un passaggio di succo gastrico acido, o anche di bile, nell’esofago.

• È un ottimo tonico anche per le persone anziane, stimolante dell’appetito; il suo utilizzo favorisce una buona risposta anche in caso di atonia gastrica.
• Agisce come eutrofizzante intestinale, migliorando lo stato di salute generale dell’apparato; stimola la peristalsi e al tempo stesso calma gli spasmi della muscolatura liscia. Questa azione antispastica è attribuita in particolare all’attività del borneolo, un principio attivo contenuto nell’olio essenziale.
• Per la sua azione vermifuga, viene utilizzato anche nel trattamento contro gli ascaridi, un tipo di parassiti dell’intestino.

Come utilizzarlo:
Infuso: rosmarino, foglie essiccate: 1-2 cucchiaini, oppure 2 per cento
Acqua bollente: 1 tazza
Lasciare in infusione, in un recipiente coperto, per 10-15 minuti, poi filtrare. Assumere 3 volte al giorno, dopo i pasti.

Tintura Madre: rosmarinus officinalis: 30 gocce, diluite in poca acqua
Assumere 3 volte al giorno.

Tintura: rosmarino 1-2 ml di tintura al giorno.

Tintura idroalcolica: rosmarino: 5-10 grammi al giorno

Estratto fluido: rosmarino: 4-6 grammi al giorno, oppure 10-30 gocce a dose.
(1 grammo = 37 gocce).

Estratto secco: rosmarino: 1-1,5 grammi al giorno.

 

Commenti:

Related posts